Il materasso spaziale

Ieri lo avevo vistodi sfuggita in una televendita su Raidue e mi aveva incuriosito, quindi sono andato a cercare il sito del prodotto e ho scoperto che questo materasso Tempur è effettivamente fatto di materiali testati dalla Nasa. Pare che negli anni 70 l’Ames Research Center californiano abbia sviluppato un materiale in grado di “migliorare il confort e la protezione dall’accelerazione di gravità sui sedili dei veicoli spaziali” e che, negli anni 90, i danesi di Tempur World abbiano portato la “schiuma spaziale” (così è chiamato questo strano materiale) su larga scala, e così oggi hanno fatto uscire sul mercato un materasso che prende la forma esatta del nostro corpo e ci permette di dormire nel massimo confort.
Sul sito di Tempur è possibile trovare un elenco dei negozi italiani dove potete acquistare i vari prodotti o, registrandovi, ricevere una brochure a casa gratuitamente.

Sito del prodotto