Nella vecchia fattoria.. arriva il Bluetooth!

Questa è la prima volta, al mondo, che si utilizza la tecnologia Bluetooth per l’allevamento del bestiame. In pratica funziona così: il sor Pampurio potrà evitare di portarsi dietro, in stalla, il telefonino, perché grazie a questo nuovo sistema, ogni volta che riceverà una chiamata gli basterà avvicinare l’orecchio alla cavità anale della mucca più vicina, dentro alla quale viene inoculata una cellula Bluetoot che gli permette di conversare tranquillamente al telefono mentre trasporta foraggio a spala letame.

Ahaha! Non fate quelle facce, stiamo scherzando! In realtà il fatto è più serio: la tecnologia Bluetooth verrà utilizzata, tramite una periferica installata sull’animale, per raccogliere le informazioni principali sul suo stato di salute: un vero e proprio check up che viene periodicamente inviato ad un computer principale. Questo sistema è stato progettato dal Centro di Ricerca per l’Allevamento bovino della Danimarca, presso l’Istituto di Scienze Agrarie del Danish Institute. Sarebbe utile per le grandi aziende allevatrici e, se ci pensate, darebbe una mano a controllare le epidemie come quella aviaria di cui tanto si parla ultimamente.

(da PhoneyWorld tramite Gizmodo.us)