Un amicizia virtuale

Ecco un'idea venuta a Samsung che combina l’intelligenza artificiale e i cellulari di ultima generazione. La società spera che un giorno il software, integrato nel telefonino, possa sentire, pensare, perfino evolversi e, perché no, anche riprodursi. Uno dei responsabili dell'istituto coreano delle scienze e delle tecnologie, Kim Jong-hwan, ha avanzato l’ipotesi di un futuro costellato dei cosiddetti "cromosomi artificiali". Kim afferma, inoltre, che ci sarà la possibilità di far apparire sul proprio cellulare un personaggio virtuale, che si plasmerà per assomigliare il più possibile al proprietario dell’apparecchio. Si tratta di una tecnologia avanzatissima che, non si esclude, possa prendere piede nei prossimi anni. “È come una creatura sofisticata che vive all'interno del telefono” sostiene il responsabile dell’istituto. L'utente sarebbe autorizzato a creargli una personalità, un proprio carisma e perché no anche delle emozioni. Si, l’idea è geniale, ma necessaria? E soprattutto, abbiamo così tanto bisogno di un amico virtuale? Staremo a vedere!!!

(da Gizmodo US)