SensorFreshQ analizza la freschezza dei cibi

SensorFreshQ è nato per un motivo ben preciso, analizzare il cibo e testare se è ancora buono da mangiare. Grazie al sensore integrato, questo strumento è capace di rilevare il numero di batteri presenti nel cibo e determinarne il grado di freschezza. Verde indica che quello che avete davanti è ancora commestibile, giallo segnala che avrete solo un giorno per mangiarlo e infine, rosso vuole dire che forse è meglio buttare il cibo per non rischiare una intossicazione alimentare.

SensorFreshQ costa 89,95 dollari (poco più di 70 euro) e dispone di un sensore QCard che deve essere cambiato almeno ogni due mesi. Un paio di sensori costano 9,95 dollari. Soldi spesi bene! Almeno non rischierete di andare a finire all’ospedale.

Pagina prodotto [Sharper Image]

(da Gizmodo US)