Le 5 cose che ci piacciono e le 5 che non ci piacciono dei nuovi iPod

three_ipods.jpg
E' facile dire cosa ci piace dei nuovi iPod. Ma ci sono delle caratteristiche che ci piacerebbe avessero e che non hanno. Per prima cosa, vediamo le 5 cose che ci piacciono:

il prezzo dell’iPhone scende – 146 euro (200$) di sconto per chi aspetta, e quelli che hanno in testa di volere comunque un iPhone da 4Gb?
– L’interfaccia touch dell’iPod è quella dell’iPhone – Ora tutti vorrebbero essere “modelli di mani”.
– il Wi-Fi Music Store – Ci pare di aver sentito Steve Jobs dire “alla faccia tua, Bill”.
– l’iPod Classic da 160Gb – C’è un server nelle nostre tasche.
Nano Video – Dannazione, se Sony potesse farlo…

E ora le cose che non vanno tanto bene:
– L’iPod Touch ha 16Gb di memoria flash – Un solid-state non potrebbe ancora offrire abbastanza spazio, avresti potuto rischiare con un più corpulento e meno fragile HDD Steve!
– Il sovrapprezzo di 99 centesimi per le suonerie – Tutto per usare la vostra dannatissima canzone sul vostro dannatissimo iPhone.
L’aspetto leggermente da Hobbit del Nano – Un po’ grassoccio sui bordi, no?
Niente navigazione libera su Starbucks – Fateci assaporare un po’ di libertà, eh?
Nessuna applicazione email per il Touch – Il software è scritto, la piattaforma è lì, per favore non fateci controllare Gmail su Safari!
C’è ancora una cosa che ci tormenta. Ci piace tutta questa abbondanza di giocattoli interessanti, ma ci dispiace che ora ci siano tre prodotti molto differenti tra i quali scegliere. Potrebbe sembrare blasfemo, ma lo diremo lo stesso: non c’è un Vero iPod.

Gizmodo USA