Le Symbiotic Cameras si alimentano grazie ad una semplice lampadina

NEC_lightcam.jpg
Il problema di piazzare fotocamere spia in posti dove normalmente non si troverebbe una videocamera è che è necessario trovare una qualche fonte di energia a cui collegarle, il che rende difficile passare inosservati. Non è così con queste Symbiotic Camera, che possono rubacchiare energia dalle luci fluorescenti. Basta far scivolare l'anello attrono alla luce e il campo magnetico generato dalla luce stessa sarà sufficiente ad alimentare la fotocamera e il chip Wi-Fi integrato che può mandare le immagini scattate ogni 10 secondi. Ora avete solo bisogno di trovare un modo per far sì che una fotocamera attaccata a una lampada non sia ovvia, e sarete delle vere spie.

Gizmodo USA