Asus Eee PC, un valido sforzo, ma non può sostituire un portatile normale

mossberg-eeepc-sp1.jpg
Walter Mossber, uno dei giornalisti di tecnologia più influenti del mondo, ha provato l'Asus Eee PC, il portatile compatto a basso costo con lo schermo da sette pollici e risoluzione di 800 x 480 pixel, hard disc fino a 8GB e 512MB di memoria RAM. Il suo verdetto è che l'Eee PC è uno sforzo lodevole, però è una fregatura per molte ragioni:

Pro:

  • Le piccole dimensioni, entra ovunque.
  • Ha già tutti i software per le immagini, la musica, l’editing testuale, fogli di calcolo, posta e web.
  • L’interfaccia è molto semplice, con sistema operativo Linux.
  • Ha la connessione wireless.
  • Il prezzo, che parte da 299 euro a seconda della configurazione.

Contro:

  • Le dimensioni piccole, perché è vero che entra ovunque, ma la tastiera è molto piccola e lo schermo è davvero orrendo per le dimensioni e la risoluzione.
  • Il software è molto, molto rudimentale, non riconosce la sua fotocamera Kodak e da errori con codici particolari.
  • La distribuzione Linux è talmente semplificata che sarà difficile per qualunque utente, che non sia un tecnico, installare altri programmi differenti o migliori rispetto a quelli inclusi.
  • Non si riconnette automaticamente alla rete wireless.

In sostanza, è ‘uno sforzo ammirevole’ ma non può sostituire un portatile normale.

Gizmodo USA