Mia più attacchi d’asma improvvisi

asthmasensor.jpg
Gli attacchi d'asma arrivano dal nulla, o così sembra quando si verificano. Un nuovo sistema portatile prova a prevedere l'arrivo di un attacco d'asma campionando l'aria e identificando i possibili fattori di rischio. Il dispositivo che pesa 453 grammi, è stato progettato da un team di tecnici del Georgia Tech e campiona l'aria ogni due minuti, controllando che il livello di umidità e la temperatura dell'aria corrispondano a quelli pre-inseriti ed eseguendo test sul campione in cerca di particelle, componenti organiche volatili e gas come l'ozono, che potrebbero provocare problemi.
I ricercatori cercano di riprodurre l'ambiente immediatamente precedente un attacco d'asma. Finora è stato testato da sei volontari, ma potrebbe essere collaudato da bambini. Si spera che uno dei fattori di rischio che possono condurre ad un attacco d'asma non sia portare al collo un sensore da quasi mezzo chilo...

Gizmodo USA