Pandora, la consolle da gioco basata su Linux

pandora_big
Mentre Sony e Nintendo continuano a contendersi il mercato delle consolle da gioco portatili, dalla porta posteriore arriva un concorrente più modesto, ma disposto a fare la sua parte: Pandora. Nintendo DS guadagna distanza dagli altri perché è, sensibilmente, il miglior dispositivo portatile per i giochi, ma se avete un po' di spazio in più, Pandora lo può occupare bene. Con la particolarità, in più, che si tratta di una piattaforma basata su una distribuzione Linux personalizzata. Con misure molto simili a quelle del DS, Pandora ha un solo touch screen da 4.3 pollici, una risoluzione di 800x600 e 16,7 milioni di colori. Sulla base si torva una tastiera QWERTY con 43 tasti, due joypad analogici e uno digitale, quattro pulsanti (A, B, X, Y) e tre di Inizio, Sistema e Menu. Ha due slot SD, una USB, connettività Wi-Fi 802.11b/g e un'uscita TV.
Si spera che il kit di sviluppo di Pandora sia disponibile nei prossimi mesi, anche se la consolle sarà capace di emulare giochi di altre concorrenti come NES, Super Nintendo, Sega Saturn e anche PlayStation. Il prezzo dovrebbe aggirarsi intorno ai 255 euro.

pandora_2 pandora_3

Gizmodo Spagna