Il nuovo OLPC sembra un tablet ed è touschscreen

xo-ds.
Non è costato quanto avevano promesso, ma anzi, quasi il doppio. Però il portatile di Negroponte ha avuto non solo notorietà, ma è anche riuscito ad affermarsi in due tipi di mercato differenti con un esito abbastanza buono: i bambini dei paesi in vi di sviluppo e i bambini dei paesi ricchi. Nel primo caso il suo obiettivo era di soddisfare una necessità reale, nell'altro una fittizia. Il nuovo modello dell'OLPC sembra mirare di più al secondo tipo di utenti, almeno da quello che si vede. Si suppone che costerà 75 dollari (50 euro) nel 2010, il che sembra molto buono. Misura la metà dell'originale ed ha due touchscreen in stile DS. Si alimenta con 1 solo watt di potenza e in più ha davvero un bell'aspetto. Tutto questo, naturalmente, in teoria. Vedremo cosa succederà nel 2010.

Gizmodo Spagna