I nuovi sensori da 8 megapixel per le fotocamere dei cellulari

omnivis1.jpg
Omnivision è già il maggiore sostituto al mondo dei sensori d'immagine CMOS, e adesso il suo nuovo chip OmniBSITM promette di essere il primo da 8 megapixel per le fotocamere dei cellulari. Questo nuovo chip usa una tecnica che è già in uso da un po', chiamata illuminazione dal retro, che fa sì che una maggiore quantità di luce raggiunga ogni pixel. A sua volta, questo consente al chip di usare un piccolo pixel da 1.4 micron che è meglio degli attuali più grandi.
I normali sensori CMOS usano illuminazione "da davanti": la luce che arriva attraversa molti strati di elettronica prima di colpire i pixel stessi. L'illuminazione dal retro, semplicemente inverte il processo, in modo che i fotoni in entrata non debbano subire interferenze prima di arrivare ai pixel. Questo vuol dire che se ne perdono meno per strada e che quindi i pixel sono più sensibili alla luce e possono essere ridotto in dimensioni mantenendo la stessa reattività.
Omnivision è impegnata a testare un sensore da 8 megapixel ed è pronta a cominciare a vendere prodotti campione entro la fine di giugno. Il che significa che in un futuro molto vicino i cellulari avranno sensori da 8 megapixel per le loro fotocamere.

Gizmodo USA