OLED, il futuro della TV

OLED
Le TV al plasma e LCD sono molto migliorate, ma la teconologia OLED pone le basi per la TV del futuro, come mostrato oggi a All Things D. Gli OLED sono sottili, bellissimi e per ora oscenamente cari!

OLED vuol dire organic light-emitting diode, cioè le componenti luminose che si attivano contengono materiale organico. Dato che tali particelle si illuminano da sole, non necessitano di retroilluminazione come gli LCD, quindi possono risiedere in un supporto estremamente sottile, e utilizzano una minima parte dell'energia necessaria ai TV LCD o plasma. Ovviamente sono ancora molto complessi da costruire, da cui il costo.

Sono costruiti così: le particelle colorate fosforescenti sono fuse su un substrato (schermo di vetro, metallo o plastica) utilizzando quattro possibili modi:

• Evaporazione termica sottovuoto
• Organic vapor phase deposition
• Stampa Ink-jet
• Organic vapor printing

Sebbene ogni metodo utilizzi un approccio diverso, restano tutti dannatamente costosi. Le prime due tecniche richiedono un substrato in sospensione, rendendo più difficile la costruzione di grandi schermi (che si possono incurvare al centro). Ecco perché il meraviglioso modello Sony è un misero 11 pollici e costa più di un buon plasma, ed ecco perché il 31 pollici di Samsung è praticamente un miracolo.

Uno dei problemi degli OLED è che i materiali organici si degradano nel tempo, in particolare quelli a colorazione blu. Infatti è venuto fuori che l’emivita del Sony XEL-1 è di sole 17.000 ore, e non 30.000 come dichiarato, molto lontano dalle 60.000 e passa che raggiungono molti LCD e plasma.

Una curiosità: gli OLED consumano meno degli LCD e dei plasma, ma la loro energia è indipendente dal contenuto, quindi si consumeranno gli stessi watt sia guardando immagini scurissime sia guardando uno schermo tutto bianco.

Molte majors promettono di produrre grandi TV OLED nei prossimi due anni, quindi ci si può aspettare che prezzi e dimensioni diventino presto ragionevoli. Forse per noi è davvero troppo il tempo necessario per arrivare ad avere queste meraviglie super-sottili, con qualità dell’immagine assolutamente fantastica e senza tutti i problemi caratteristici degli LCD e dei plasma!

Gizmodo USA