gCubik: il primo display tridimensionale che non funziona a LED


L'Istituto Nazionale della Tecnologia dell'Informazione e delle Comunicazioni giapponese ha creato questo prototipo di display tridimensionale che funziona in maniera diversa rispetto alla tecnologia 3D a cui siamo abituati. Quei puntini luminosi non sono LED, ma un complesso insieme di lenti, poste sopra un LCD, che formano i lati del cubo. Con una sorta di effetto ottico di parallasse, e qualcosa chiamato "fotografia integrale", sembra che ci sia un oggetto nella scatola. Naturalmente, il gCubik può essere guardato da più persone contemporaneamente. Il team sta lavorando per renderlo wireless e ad una risoluzione maggiore, e spera anche di commercializzarlo entro tre anni per usi di design, istruzione o per dispositivi di gioco. Si potrà vedere dal vivo al SIGGRAPH di agosto.

Gizmodo USA