Inventato lo scanner che potrebbe trovare la vita su Marte


Un team di scienziati statunitensi e inglesi ha inventato uno scanner portatile che potrebbe essere utile nella ricerca di vita su Marte. E suona tanto come il tricorder di Star Trek: usa un raggio di luce laser ultravioletta e intercetta la fluorescenza delle molecole organiche, quindi lavora da remoto e non danneggia i campioni trovati. In condizioni marziane simulate, lo hanno usato per intercettare idrocarburi aromatici policiclici in masse piccole fino a 1,5 microgrammi. In più pensano che la tecnica possa essere adattata per essere integrata nella prossima navicella che sbarcherà su Marte. Basta solo aspettare che ne facciano una versione palmare e che un astronauta decida di sperimentarlo in giro per il Pianeta Rosso.

Gizmodo USA