Nokia E71: GPS, radio e traduttore digitale. Divertimento e business a braccetto


La seconda parte del test di Nokia E71

Caratteristiche
Nokia E71 non è dotato di touchscreen e ha un display decisamente più piccolo di quello dell’iPhone, ma basta utilizzarlo a fondo per apprezzarlo. In dettaglio: pesa 127 grammi con un ingombro di 114x57x10 mm; può stare tranquillamente nel taschino della camicia; è dotato di tastiera QWERTY e display TFT (QVGA) da 2,36 pollici (320×240 pixel).

Il modello ci è giunto in prova nella confezione originale, così come è venduto e, una volta aperta la scatola la robustezza della scocca (tutto il dorso è in metallo) e l’eleganza del design, sono solo le prime delle impressioni positive. In dotazione ci sono il terminale, caricabatterie, cuffie con microfono, cavo di collegamento con il PC, manuale d’uso da 122 pagine completamente in italiano, Cd-Rom con Nokia PCSuite per la sincronizzazione con il PC, accesso alle risorse online, Download for PC, Nokia Maps, Nokia Video Manager, Nokia Music. Nokia E71 è disponibile sul Web a un prezzo intorno ai 400 euro. Nokia si distingue rispetto a tanti altri smartphone con una custodia in pelle dall’interno felpato e della massima praticità e con un laccetto coordinato con le medesime caratteristiche.

Dotazione hardware e descrizione

Nokia E71 supporta le reti GPRS/EDGE/UMTS/HSDPA 6 con velocità massima di 3,6 Mbps. E’ Wi-Fi b/g (protezione sia WEP sia WPA2) e Bluetooth 2.0 EDR, è dotato di porta a infrarossi a 115 Kbps e ricevitore AGPS. Il sistema operativo è ovviamente Symbian serie 60 nella versione 9.3 (edizione 3.2). La memoria interna è di 110 Mbyte espandibili con microSD card, in dotazione abbiamo trovato una schedina da 2 Gbyte.

 

La parte frontale ospita la videocamera per le chiamate video e il sensore di luminosità per il display, inoltre trovano spazio una sezione con quattro pulsanti (Home, Calendar, Rubrica e Email, ma personalizzabili) e jog shuttle, oltre ad altri quattro tasti per la selezione dei menu in basso a sinistra e a destra (sul display) e a quelli per avviare e chiudere le chiamate. Impressionante l’estrema usabilità di ognuno di essi. Sul lato superiore c’è solo il pulsante per l’accensione e la gestione delle modalità (Blocco tastiera, Silenzioso, All’aperto, Riunione, Cercapersone, Offline, ma anche per la Rimozione della memory card a caldo). Il pulsante è evidenziato con un colore diverso ed è immediatamente distinguibile, è affiancato dal diffusore acustico.

Anche a telefono a riposo con display spento è possibile ricevere segnalazione visiva di copertura di campo e ricezione messaggi, grazie a un lampeggio (lento nel primo caso, veloce nel secondo) emesso dai bordi del jog shuttle. Sul lato destro ci sono i pulsanti di regolazione volume e per i comandi vocali e il minijack per le cuffie; a sinistra, protetti da guarnizione, il comparto per l’inserimento delle schedine di memoria microSD e la presa mini USB con connettore proprietario. Sul bordo inferiore solo la presa per l’alimentazione da rete elettrica. Il caricatore è davvero piccolo e leggero, una graditissima sorpresa per chi viaggia spesso. Poco più ingombrante di un adattatore di corrente.

Prova sul campo
Al Nokia E71 non manca davvero nulla: radio FM, navigatore GPS assistito, fotocamera da 3,2 Megapixel con flash, suite per ufficio (QuickOffice 4.1.35), e ovviamente possibilità di sincronizzazione di email (POP, IMAP, Microsoft Exchange, WebMail), contatti, rubrica, eccetera, eventualmente con la suite software disponibile nel CD compreso nella confezione, riproduttore RealPlayer, Nokia Browser. Inoltre diversi applicativi aggiuntivi tra cui il lettore di codici a barre, così come il programma per la scansione dei biglietti da visita, supporto per VPN e software di crittografia dei dati, dizionario multilingue, servizi Yahoo!, ma anche MSN Messenger a richiesta e non necessariamente precaricati, oltre ovviamente a tutti i servizi Nokia online.
Quello che più impressiona è l’estrema usabilità in ogni comparto. Ci sono sì piccoli limiti, ma ampiamente compensati dai vantaggi.

La fotocamera, per esempio, non ha un sensore top di gamma, ma comunque è di buona qualità con i suoi 3,2 megapixel.

Sul display quando si attiva la camera compaiono i menu per impostare automaticamente tutti i parametri, anche se la messa a fuoco deve essere eseguita premendo appositamente un tasto (la lettera T) che non è quello con cui si scatta.

Per ogni task che necessita di collegarsi al Web è possibile di volta in volta decidere attraverso quale canale procedere (l’operatore? una rete WiFi?, un altro servizio) ed essere sicuri che alla chiusura del task venga chiusa anche la connessione. Queste e tante altre operazioni sono eseguibili con una fluidità sconosciuta ancora a Windows Mobile. E’ vero che la sincronizzazione delle email IMAP costringe al doppio passaggio di visualizzazione dell’intestazione e poi di download dell’email e che la ricezione di SMS e telefonate non fa il merge con la rubrica in memoria (compaiono quindi i numeri chiamanti ma non il contatto), ma proprio sono gli unici limiti di uno smartphone che per tutto il resto si avvicina alla perfezione.

Il display è perfettamente visibile anche alla luce intensa del sole, e non per la retroilluminazione, ma semplicemente per la qualità dello schermo LCD. La ricezione dei segnali è eccellente, nelle più svariate situazioni. I passaggi per portare a termine ogni singolo compito sono ridotti al minimo. Tanto che non si sente minimamente la mancanza di un touchscreen, nemmeno del migliore in circolazione (quello dell’iPhone). Ogni configurazione è perfettamente guidata e le singole applicazioni sono state ottimizzate per consentirne un utilizzo immediato.

Quando si cerca un contatto basta premere un pulsante per trovarsi di fronte tutte le alternative possibili di interazione con esso. Quando si riceve un messaggio il display avverte in modo discreto e offre una pre-visualizzazione del contenuto. Chiudere i task attivi è possibile con una semplice scorciatoia da tastiera, scrivere email e testi non è davvero più un incubo, perché oltre ai suggerimenti molteplici e al completamento automatico delle parole in background viene ancora lasciato spazio a una scelta alternativa dell’utente, che non è costretto a subire queste utility come condanne all’utilizzo di software inutile. Anche per quanto riguarda la navigazione sul Web o la ricezione del segnale GPS non abbiamo registrato che impressioni positive.

Nokia E71 permette una doppia visualizzazione del display a seconda che lo si stia utilizzando per lavorare o nel tempo libero, con discrete possibilità di personalizzare il desktop. Ottime notizie anche per quanto riguarda la velocità di esecuzione degli applicativi e l’apertura dei programmi. Anche con il terminale caricato con più di 2.000 contatti la velocità di ricerca è molto veloce, molto più veloce se paragonata alle procedure farraginose e lente cui costringono alcuni terminali con Windows Mobile.
Il nostro giudizio finale è una promozione a pieni voti, anche considerato il prezzo rispetto a tanti terminali molto più blasonati. Eccellente.