Le lampade sottili come carta che si attaccano dove volete voi


Una designer di 26 anni che va sotto il nome di Keikko Lee ha vinto la prima gara internazionale di design organizzata in Corea del Sud grazie al suo studio sull'illuminazione per interni. Il suo progetto è composto da 'lampade' sottili come fogli di carta fatte con materiale elettroluminescente da un lato e pannelli solari dall'altro. Il materiale dovrebbe potersi attaccare ovunque: dalla finestra, dove può ricevere luce solare e ricaricarsi, al muro dove può illuminare tutta la zona circostante.
Non sembra poi così rivoluzionaria a prima vista (ricorda molto quegli adesivi che si illuminano al buio), ma è innegabile che la possibilità di spostare una fonte di luce con così poco ingombro ha dei vantaggi rispetto ai prodotti con prestazioni simili ma design tradizionale. Se queste lampade adesive saranno mai messe sul mercato, è ancora tutto da vedere.

[Fonte: Gizmodo USA]