Il calendario Epson 2009: 1.300 copie fatte a mano


E' periodo di calendari, si sa, ma non ci sono solo veline, attrici e casalinghe disperate a farsi immortalare per l'anno che arriva. Come ogni anno, anche Epson ha preparato i suoi dodici scatti, realizzati per il 2009 da Massimo Vitali. "Le immagini devono avere una dimensione magica, in cui s'incontrano a volte spunti sociologici e ludici e dove si elaborano strutture narrative", sostiene il fotografo lucchese d'adozione e di origini comasche.

Il calendario Epson 2009, seppure stampato con tecnologie e materiali Epson, è realizzato a mano in sole 1.300 copie numerate.
“Sono soddisfatto quando la lettura delle mie foto è complessa o contraddittoria, e sono curioso fino al limite del voyeurismo, affascinato dal comportamento degli individui pur senza cercare di comprenderne il significato – commenta Vitali -. Il mio intervento è neutro, non faccio che registrare: attendo che le cose mi accadano davanti perché le cose che succedono definiscono l’immagine. L’esperienza fotografica diventa una pratica aperta per un’esperienza del mondo”.

Le immagini del Calendario sono state stampate quest’anno con Epson Stylus Pro 4880 su carta fotografica Epson Premium Luster e incollate manualmente una a una per realizzare le 1.300 copie finali. Un tentativo, dice Epson, di sintesi tra tecnologia ultramoderna e lavoro artigianale di altissimo livello.