Casio Exilim EX-FH20, una raffica di scatti al secondo

[caption id="attachment_7563" align="alignnone" width="300" caption="Casio Exilim EX-FH20"]Casio Exilim EX-FH20[/caption]

Casio, forte del successo riscontrato dal modello EX-F1 ci riprova e presenta Exilim EX-FH20. Rientra ancora tra le fotocamere compatte, ma peso, ingombri e costi la avvicinano alle reflex di fascia bassa.Exilim EX-FH20 pesa circa 500 gr e ha un ingombro massimo di 123x 81x 85 mm. Il sensore è un CMOS da 9,1 Megapixel effettivi (non il massimo della categoria, ma non ha molta importanza). L’obiettivo invece la distingue immediatamente da tanti modelli concorrenti.

Exilim FH-20 è una compatta con zoom 20x. Nella foto in evidenza la soluzione del copriobiettivo con lancetto. La fotocamera ne segnala la presenza all’utilizzatore sbadato

Un obiettivo per tutte le stagioni

Exilim FH-20 è dotata di zoom f4.6-92 che rapportati al corrispettivo su un senso a pieno formato equivalgono a un 26-520 mm, con un’escursione quindi 20x (4x digitale)! E’ vero, l’obiettivo non è intercambiabile, ma il pubblico prosumer non si sentirà per questo limitato, considerato che il gruppo ottico è in grado di soddisfare qualsiasi situazione di ripresa supportato, certo, dallo stabilizzatore d’immagine meccanico (Shift CMOS). Qualche delusione per gli appassionati delle foto macro, la distanza minima infatti è di circa 12 cm, fin troppi per fare un buon lavoro.

La velocità è tutto

Stupisce, invece, la velocità di ripresa e le varie modalità di registrazione delle immagini. Exilim FH-20 è in grado di catturare fino a 40 fotogrammi al secondo, di variare la velocità di ripresa e di iniziare a memorizzare le immagini ancora prima di completare la corsa del pulsante di scatto. Spieghiamo: in modalità HighSpeed si può decidere di catturare da 1 a 30 immagini per secondo (a 8 Megapixel) o arrivare a 40 riducendo l’operatività a 7 Megapixel. E’ lasciata all’utente la possibilità di scegliere se scattare 1,3,5,10,15,30,40 foto in un determinato lasso di tempo.

Il menu attraverso il quale è possibile gestire la cadenza di ripresa dei fotogrammi. Solo in fase successiva la fotocamera provvede alla memorizzazione definitiva

Non solo. In modalità PreRecord la fotocamera inizia a memorizzare le immagini e quando si preme il pulsante di scatto fino in fondo si fissa lo stop con l’ultima immagine. Chiaramente il momento della memorizzazione del fotogramma non è contestuale allo scatto, è la fotocamera che, appena terminata la ripresa, chiede quali scatti si vogliono salvare.
Ricordiamo che Exilim FH-20 può registrare anche in formato RAW, oltre ai consueti JPEG, DCF, DPOF compliant (per il video sono supportati: AVI format, MPEG, IMA-ADPCM) !

Ergonomia

Per agevolare la presa di confidenza con questa funzione, Casio ha spostato sul pomello superiore la selezione delle modalità di ripresa: Scatti multipli con il flash e senza flash, ripresa con scatto singolo, riprese video HS (fino a 1.000 fps, ma chiaramente alla definizione minima di 224×56 pixel – ) e filmati HD/STD (1.280×720 a 30fps).

Il flash stroboscopico è in grado di supportare fino a 5 scatti al secondo o 10 scatti consecutivi, la portata massima è di 7 metri, in tante occasioni però la fotocamera richiede l’apertura dello sportello manualmente, tramite apposito pulsante.

Il pomello superiore è utilizzato dalla fotocamera per decidere la modalità di ripresa (foto o video) e l’impostazione per gli scatti multipli

Per quanto riguarda la disposizione degli altri comandi si apprezza la sobrietà delle scelte: sul lato posteriore oltre al display LCD, da 3 pollici (960×240 pixel), trovano spazio pochi altri pulsanti (Menu, accesso diretto a BestShot e informazioni foto) e il jogshuttle. A fianco del mirino di puntamento digitale (attivabile in vece del dsplay LCD), c’è il regolatore delle diottrie per i portatori di occhiali (ma senza indicazioni sulla gradazione), interruttori di scelta tra la modalità di ripresa e quella di riproduzione. Sul fianco destro trova alloggio la scheda di memorizzazione (SDHC Memory Card, SD Memory Card, MultiMediaCard). Sul fianco sinistro la presa per l’alimentatore esterno (non incluso nella confezione) e il connettore USB per il computer e i cavi Audio/Video.

Giudizio

Siamo rimasti spiacevolmente stupiti, in questo caso, dalla scelta di equipaggiare Exilim EX-FH20 semplicemente con quattro batterie stilo AA e non con un accumulatore dedicato. Quello che in altre fotocamere compatte, destinate a un utilizzo “consumer” sarebbe potuto essere un pregio, in questo caso si rivela un limite, anche per l’autonomia delle stesse. Quelle in dotazione vi supporteranno per circa 200 scatti, anche meno se utilizzerete intensamente il flash, troppo pochi per le ampie possibilità di utilizzo.
E’ un piccolo neo insieme al prezzo di 450 euro (su Internet si trova qualche offerta anche a prezzi superiori o inferiori a seconda della dotazione in bundle), che potrebbe invogliare gli indecisi al grande passo verso una fotocamera reflex.

Blocco dell’esposizione e impostazione Macro (pulsanti metallici), sportellino per l’alimentazione DC e la connessione con il PC e, in alto, il pulsante per aprire il comparto che alloggia il flash

Della Exilim EX-FH20, invece, si apprezzano immediatamente l’impugnatura salda, la compattezza, e la disposizione dei menu digitali, identica a quella delle sorelline minori. Compresa la EX-Z300 appena provata. Anche su questo modello quindi sono presenti le funzionalità più utilizzate e richieste dal pubblico: la possibilità di scattare foto già pronte per YouTube (e caricarle con il software YouTube Uploader, compreso nel CD in dotazone), le preimpostazioni di scatto BestShot rappresentate tramite foto di esempio e non analogicamente, la connettività diretta con le stampanti (a margine riportiamo le specifiche supportate: PictBridge, Print Image Matching, Pct, Exif Print), la funzione di Advanced Auto Tracking AF (per fissare la zona di fuoco di un soggetto e seguirlo negli spostamenti) e l’individuazione automatica dei tratti dei volti.

Dotazione

La confezione comprende tracolla, cavo audio/video (USB), un set di pile stilo AA (non ricaricabili), cavo di collegamento con il PC, Cd, libretto sintetico di istruzioni. Quello completo è disponibile sul sito Casio insieme con l’aggiornamento del firmware alla versione 1.01. Una volta aperta la confezione come prima operazione verificate la versione a vostra disposizione. L’aggiornamento riguarda la gestione della memoria delle schede utilizzate.

Tags :