Htc Touch Hd, in mezzo a tanti pregi spunta anche qualche difetto

Vediamo cosa contiene la confezione di Htc Touch Hd e facciamo un bilancio tra i pregi e i difetti del terminale.L’utente che sceglie Htc Touch Hd deve rinunciare alla tastiera fisica, ma guadagna in versione ‘touch’ un tastierino telefonico, la Qwerty compatta e quella completa, il riconoscitore di scrittura elaborato e naturale e la tastiera di Windows Mobile (quest’ultima sì indimenticabile, ma in senso negativo, la utilizzerete solo con lo stilo). Imparare a fare a meno di un jog shuttle richiede solo qualche ora di utilizzo intenso, non sentirete minimamente la mancanza di un mouse ottico integrato. Le tastiere a disposizione quindi non deludono, Htc ha fatto un buon lavoro di ottimizzazione, in parte agevolato anche dall’ampiezza del display che riduce non di poco le possibilità di errore.

Nel complesso le tastiere digitali presenti, per la prima volta ci hanno fatto dimenticare che esiste l’iPhone. Far scorrere foto, file e schermate con il semplice movimento delle dita non è più una pena. Nel caso delle foto è possibile anche zoomare muovendo un dito sul dettaglio e seguendo una traiettoria circolare. Non c’è un pulsante di scatto hardware, ma è sul display, dove vicino al bordo compare un’icona. Anche le diverse impostazioni possono essere personalizzate dal touchscreen. Il tempo di ritardo dello scatto è fastidioso.

Meno bene il sistema G-Sensor. Non è possibile ruotare lo schermo a piacere, ma solo con determinate applicazioni e in determinate situazioni. In pratica G-Sensor serve solo per la calibrazione, Htc Touch Hd ruoterà quando si naviga con Opera e durante la visualizzazione di foto e video, ma non in altri casi, come si è abituati quando per esempio si utilizza Touch Pro e si estrae la tastiera.

Nell’interazione non danno particolare soddisfazione nemmeno gli altoparlanti esterni, che al massimo volume distorcono il suono.
Questi in estrema sintesi i limiti più evidenti perché per il resto invece Htc Touch Hd non pone limiti. Anche l’interfaccia Htc TouchFlo 3D è ora fluida da utilizzare, il sistema è reattivo il feedback del touch gradevole. Per quanto riguarda la durata della batteria, il produttore dichiara una media di circa 400 ore in standby e 390 minuti di conversazione massimi, possiamo confermarla. Utilizzando continuativamente il WiFi però si arriva con difficoltà alla fine della giornata lavorativa. Buona la capacità dell’apparato radio e anche il volume di segnalazione di telefonate o messaggi in arrivo è sufficiente praticamente in ogni condizione di rumorosità nella normale vita urbana. Attenzione però quando riponete Touch Hd nella sua custodia felpata che attutisce non di poco la segnalazione.

Nella confezione da 599 euro potete trovare il dispositivo, una custodia morbida, due CD, di cui uno dedicato alla documentazione completa in PDF e l’altro con la trial di Office Outlook 2007, cavo di connessione con il PC e cuffie con presa minijack, schedina microSD e stickers, oltre a uno stilo di riserva. La documentazione cartacea è limitata alla guida rapida da 42 pagine. Non sono disponibili preinstallati software specifici per la navigazione se non Google Maps.

Tags :