Ifa 2009: Packard Bell presenta dot m/u il netbook che gioca a fare il notebook


Packard Bell l'aveva annunciata alla vigilia dell'Ifa 2009 e adesso eccola qui: la serie di netbook dot m/u con schermo da 11,6 pollici.
Ha puntato sull'eleganza, oltre che sulle prestazioni, PB con i dot m/u disponibili in due colori, NightSky Black (nero notturno) e Cherry Red (rosso ciliegia): un design elegante, caratterizzato da cover lucida e interno opaco.
Il logo Packard Bell color argento sulla cover, il touchpad, le cerniere argento satinato e il poggiapolsi a trama danno al netbook quel tocco di classe in più.
Ma passiamo alle specifiche. Come abbiamo già detto, lo schermo è da 11,6 pollici con formato 16:9 LCD TFT Packard Bell Diamond View, mentre lo spessore è pari a meno di 2,5 cm con un peso di 1,4kg. Il touchpad è multi-gresture: con due dita si può navigare, scorrere e zoomare sul browser.

Dot m/u monta una batteria agli ioni di litio a 6 celle che garantisce, stando a quello che dichiara il produttore, 8 ore di autonomia. La porta HDMI permette di fruire di contenuti multimediali di alta qualità, mentre la tecnologia Dolby Headphone offre audio multicanale anche usando delle comuni cuffie. Monta un hard disc da 500GB, 4GB di RAM e un lettore di chede 5-in-1. La connettività è garantita dal Wi-Fi, mentre Bluetooth e modulo 3G sono opzionali.

Il sistema operativo è Windows Vista, ma sarà disponibile per l’acquisto con Microsoft Windows 7 Home Premium a partire dal 22 ottobre.
Il processore dovrebbe essere un Intel Ultra-Low Voltage (ULV) SU3500, mentre nessuna specifica è stata diffusa a proposito della grafica, il che sospende un po’ il giudizio sulla reale equivalenza con un notebook (nonostante le dimensioni) che Packard Bell dichiara.

La serie dot m/u è già in vendita ad un costo (stimato) di 399 euro che può variare a seconda della configurazione. Ne deduciamo che per avere il modulo 3G e il Bluetooth bisognerà sborsare qualche euro in più.

[Fonte: Packard Bell]

Tags :