Ecco la PSP Go, nei negozi il prossimo primo ottobre


Ad un primo sguardo, la nuova PSP Go di Sony non sembra poi troppo diversa dalla linea PSP che conosciamo. Certo, è più compatta dei modelli precedenti ed è anche alcune cose in più come la consolle dei comandi scorrevole, 16GB di memoria interna, il Bluetooth e un design nel complesso più tascabile. La novità vera della PSP Go, però, sembra la svolta verso il digitale totale ovvero verso l'abbandono di cartucce e dischi ottici per i giochi. E il giudizio non può essere completo finché Sony non svelerà l'intera gamma di software scaricabili, cioè il primo ottobre quando la PSP Go arriverà ufficialmente sugli scaffali dei negozi. Contemporaneamente all'arrivo della nuova, sottile consolle, infatti, Sony ha promesso l'espansione del PlayStation Store con l'aggiunta di più di 225 giochi, 2.300 film, 13.000 episodi di serie televisive per la PSP che gireranno anche sui modelli vecchi della PSP. Come affermavano le anticipazioni, manca l'UMD e lo schermo è più piccolo (3.8 pollici) anche se mantiene la stessa risoluzione (480x272) e non è touch quando i comandi manuali sono chiusi.

Strano anche il posizionamento del lettore di memory stick (M2), dei controlli sia del volume che del display. Non c’è modo di usare l’UMD né i vecchi accessori delle altre PSP. In più la batteria non è sostituibile dall’utente e il download di alcuni giochi risulta particolarmente lento. Il browser è obsoleto e riesce a difficoltà a caricare pagine web comuni.

Tra le novità più attese, sul fronte dei giochi in uscita l’1 ototbre prossimo, Sony ha promesso i nuovi e attesissimi Gran Turismo PSP e MotorStorm in esclusiva. Altri titoli includono Monster Hunter: Freedom Unite, Tetris, Soulcaliber: Broken Destiny, PixelJunk Monsters Deluxe, Daxter, Tiger Woods PGA Tour 10, Madden NFL 10, Beaterator, God of War: Chains of Olympus, Star Wars: Battlefront II, Tom Clancy’s Rainbow Six Vegas, e Fieldrunners. Il prezzo della nuova consolle? Un po’ alto, per la verità: 249 euro con i quali diventa difficile competere con l’iPod Touch che, con le ultime novità è diventato, ufficialmente, la consolle di Apple. Se valga la pena o no, lo lasciamo decidere a voi.

Tags :