Apple ha comprato le sue, esclusiva mappe: dita “ciao” a Google Maps


Il divorzio tra Apple e Google continua ad andare avanti: lo scorso luglio Apple ha silenziosamente comprato Placebase, un'azienda che offre un servizio di mappe. Apple non compra aziende di cui poi non usa le risorse. Questo potrebbe voler dire che Apple sta lavorando alla realizzazione di proprie mappe. Ciao ciao, Google!
Quelli di Computerworld fanno notare come molte recensioni abbiano stabilito che le mappe di Placebase sono migliori di quelle di Google perché permettono una forte personalizzazione e moltissimi modi per sovrapporre dati diversi stabiliti in base alle mappe stesse, con un'API che rende semplice questa sovrapposizione di dati.

Quindi potrebbe darsi che Apple abbia scelto questo tipo di personalizzazione molto marcata per le mappe dell’iPhone (e di altri gadget), o forse vuole solo avere delle mappe tutte sue per non dipendere da Google. E questo potrebbe essere perfettamente in linea con le scelte di autonomia fatte da Apple come nel caso della progettazione di chip personalizzati per l’iPhone (e forse anche per il Tablet), invece di optare per gli stessi chip che usano gli altri.

Non sappiamo quando le mappe di Placebase sostituiranno quelle di Google, ma anche se queste ultime resteranno nell’applicazione Maps ancora per un po’, quello che appare certo è che Apple sta decisamente facendo qualcosa con il suo nuovo giocattolo.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :