Nel 2012 una nuvola digitale sopra Londra?

Come se non bastassero quelle "naturalmente" presenti sul cielo di Londra, un gruppo di artisti e architetti internazionali ha sottoposto al sindaco della city il progetto di un'avveniristica nuvola artificiale sospesa sullo skyline della capitale inglese, come simbolo delle Olimpiadi che si disputeranno nel 2012.Si chiama, ovviamente, The Cloud, l'idea dell'artista Thomas Saraannovera e tra gli ideatori annovera anche alcuni italiani: Umberto Eco presente nel comitato scientifico,e Carlo Ratti direttore del Senseable City Lab del MIT.

Una torre alta 120 metri, su cui è sospesa una fitta serie di gigantesche bolle di una plastica definita “supertecnologica“, su cui, cioè sarà possibile creare giochi di luce, far scorrere informazioni in tempo reale (meteo, news, risultati degli incontri). Tra i partner ci sarebbe anche Google disposta a proiettare il flusso delle ricerche sulle Olimpiadi in modo da offrire un barometro in tempo reale dell’umore della città.

Quello che stupisce ancora di più, però non è il livello tecnologico dell’idea ma il fatto che saranno gli utenti stessi a partecipare alla creazione di The Cloud. E’ stato infatti lanciato un sito dove grazie a microdonazioni sarà possibile acquistare anche un solo pixel o addiruttura un’interea bolla. Sarà, cioè, finanziata completamente dal basso. A contribuire all’impatto zero della struttura ci saranno dei pannelli solari che garantiranno l’autonomia della stessa. Ancora non si sa se diventerà la scultura simbolo delle Olimpiadi londinesi del 2012, ma aspettando l’indecisione del sindaco, concordiamo con Laura Antonelli del Moma di New York che l’ha definita: “una scultura spettacolare, una celebrazione della tecnologia”.

Fonte: Corriere.it

Tags :