Dalla Nasa un iPhone…col naso

Molti ormai concordano sul fatto che grazie all'iPhone e alle varie applicazioni presenti su Appstore si possa ormai fare di tutto o quasi; nessuno sviluppatore, però, per il momento, era riuscito a fornire al melafonino addirittura un naso. Siamo di fronte al pinocchio del XXI secolo, verrebbe da dire, e la fata turchina in questione è nientemeno che la Nasa. Al di là dell'inevitabile gioco di parole, il progetto sembra essere molto serio: nell’ambito del programma Cell-All del Department of Homeland Security’s (DHS), il ricercatore Jing Li dell’Ames Research Center ha realizzato un sensore composto a sua volta da 16 nanosensori. Grazie ad esso è possibile rivelare la presenza di gas o elementi chimici nocivi e col supporto dell'approvazione di Apple e di una eventuale applicazione che elabori le informazioni raccolte, potrebbe essere possibile per le autorità, per esempio, controllare se siano presenti nell'aria determinati elementi chimici pericolosi e prepararsi per affrontarli correttamente.

Fonte: Macity

Tags :