Google presenta Chrome OS tutto basato su Internet e il cloud computing

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=0QRO3gKj3qw[/youtube]
In una conferenza stampa, Google ha presentato il suo Chrome OS, il sistema operativo che si prefigge di combattere Windows 7 sui netbook e che, appunto, non sarà scaricabile ma solo acquistabile su specifici netbook. Come tutti i software di Google si basa su internet: il video qui sopra, molto ben fatto, spiega che oggi navigare su internet è il motivo principale per cui la gente usa un computer. Per questa ragione Google abbandona tutto il resto e punta sulla Rete dove, oltre a fare tutto quello che si fa già (giocare, vedere video , visitare siti, leggere le notizie, ascoltare musica, chattare, scivere le email etc) sarà possibile con Chrome immagazzinare i propri dati così, se perdete il computer, se ve lo rubano o se un fulmine brucia l'hdd durante un temporale, non dovrete disperarvi: i vostri dati sono al sicuro altrove.

Certo, il rovescio della medaglia di tutto questo è che così facendo si abbassa il livello del vostro controllo sui vostri dati e documenti e si alza, notevolmente, quello di chi gestisce gli spazi di storage.

Google Chrome OS sarà disponibile al pubblico in versione definitiva a Natale 2010 e somiglierà all’omonimo browser, ma invece delle tabs per caricare le pagine web, l’utente avrà di fronte tabs per “applicazioni” in alto a sinistra come un Tab delle applicazioni favorite. Su Google Chrome Os funzionano YouTube, Flash, intrattenimento digitale, Pdf, lettura e-books, ufficio sul Web (Google Docs ma anche Microsoft Office Web App) oltre alle chiavette Usb flash.

Lo storage del sistema operativo open source di Google è basato su Ssd, mentre la sicurezza punta sulla cifratura e alla sincronizzazione con il cloud computing. Nella demo del reboot, la schermata di logon arriva in 7 secondi, mentre l’OS completo si carica in altri 3 secondi. Velocità, facilità e sicurezza sembrano essere, per Google, le parole chiave di questo OS. In più sarà compatibile con il touch. Sembra infatti che Google stia lavorando con i produttori di netbook per avere modelli con ampi touchpad e tastiere grandi.

Per finire, Google ha postato il codice sorgente, open source, di Chrome OS sul Chromium. Se vi piace viscerare righe di codice, andate e scaricate.

Tags :