Lo sapevate che il Lunedì appena passato era il giorno più triste dell’anno?

Eh già! Secondo il "Centre For Lifelong Living" questo lunedì è risultato essere per una serie di fattori congiunti la giornata più triste di tutto l'anno secondo il centro di studi inglese che indaga riguardo alla qualità della vita.Questo per via del freddo polare di questi giorni, dei conti in rosso conseguenza del Natale, dell'impossibilità di prolungare le vacanze per via della crisi ed altre motivazioni simili. A causa di ciò il giorno in questione è stato chiamato "Blue Monday" ed è stato ottenuto incrociando i dati tramite un equazione ideata dal professor Cliff Arnall che lavora appunto per il Centre For Lifelong Living. L'equazione ha come parametri: W che indica le condizioni meteo, D i debiti contratti durante le feste, T il tempo trascorso dal Natale, Q la prossima busta paga ed M rappresenta un coefficiente emozionale legato all’incognita N, ovvero la voglia di reagire.

“Non a caso – conferma FirstCare, società che si occupa dell’assenteismo nelle aziende – l’assenteismo durante i Blue Monday raggiunge il massimo livello”.

Il prossimo anno il Blue Monday sarà il 17 Gennaio ma non disperate: come previsto ancora da Arnall con un’altra strana formula matematica “legata al trascorrere del tempo all’aria aperta (O), alla natura (N), all’interazione sociale (S), ai ricordi delle vacanze estive durante l’infanzia (Cpm), alla temperatura (T) e all’aspettativa delle vacanze in arrivo (He)” a giugno festeggeremo il giorno più felice dell’anno. Affidiamo le nostre emozioni alla matematica adesso!

Tags :