Adobe risponde ad Apple sulla mancanza del supporto Flash sull’iPad


Come sapete già, l'iPad, come l'iPhone e l'iPod Touch, non supporta Flash. Apple ha le sue ragioni, ma chiaramente Adobe non è affatto contenta di questa cosa. Ecco cos'ha dichiarato Adobe:
"Sembra che Apple stia continuando ad imporre restrizioni sui propri dispositivi che limitano sia i produttori di contenuti che gli utenti. Al contrario di molti altri lettori di ebook che usano il formato ePub, gli utenti non potranno accedere ai contenuti ePub con la tecnologia DRM di Apple su dispositivi fatti da altri produttori. E senza il supporto Flash, gli utenti iPad non saranno in grado di accedere ad una vastissima gamma di contenuti web, compreso il 70% dei giochi e il 75% dei video. Se voglio usare l'iPad per connettermi ai siti di Disney, Hulu, Miniclip, Farmville, ESPN, Kongragate o JibJab (per non parlare dei milioni di altri siti sul web) non potrò farlo. Adobe e più di 50 tra i nostri partner dell'Open Screen Project stanno lavorando per permettere agli sviluppatori e ai produttori di contenuti di rilasciare contenuti per tutti i dispositivi, in modo che i consumatori possano avere accesso ai loro media interattivi preferiti, ai contenuti e alle applicazioni a prescindere dal dispositivo scelto".

L’argomentazione principale contro Flash sull’iPad è che è una risorsa che mette a rischio la sicurezza. Il che è probabile. Si spera che il web stia facendo un percorso per passare da Flash all’HTML5 per i video. Ma non ci siamo ancora. E se da un lato apprezziamo che Apple si preoccupi della sicurezza e della stabilità decidendo di non mettere il supporto Flash sull’iPad, dall’altro non si può far finta che questo non significhi impedire la navigazione sulla maggior parte dei siti di giochi online e di video in streaming, oltre che di altri siti, il che la rende una scelta a dir poco opinabile.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :