Microsoft promuove Internet Explorer 8 attaccando Chrome


Pare che Microsoft abbia deciso che il modo migliore per promuovere Internet Explorer 8 sia attaccare Chrome sulla privacy. Come accade nel video alla pagina successiva. Qualcosa, però, non quadra.
La spiegazione, fatta dal project manager di IE Peter LePage suona sinistra:

“Quando inizio a scrivere un indirizzo nella barra degli indirizzi… per quasi ogni carattere che scrivo, Chrome manda una richiesta a Google. Non ho ancora finito di caricare il sito che Google sta già acquisendo informazioni sul dominio e i siti che sto visitando“.


Get Microsoft Silverlight

Ma quelli di Ars Technica sottolineano che sarebbe più esatto dire che la richiesta viene inviata al tuo “search provider”, sia esso Google, Bing o chiunque altro. In più, IE8 ha una modalità “InPrivate” che permette di navigare in modalità privata. Il che è ottimo! Ma la stessa cosa è possibile su Chrome, solo che si chiama “Incognito”.

Ci sono domande riguardo alla privacy e a Chrome che necessiterebbero una risposta? Sicuramente sì. Ma l’attacco di Microsoft sembra abbastanza pretestuoso. E pare che se ne siano accorti anche loro: la pagina TechNet Edge sulla quale avevano originariamente pubblicato il video, pare sia stata rimossa.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :