Google Retargeting, da poco disponibile la nuova mossa di Mountain View

La sconfinata potenza e duttilità di Google hanno reso questo strumento un must per i navigatori di internet ma la capacità dei ragazzi di Mountain View nel rendere il loro network duttile e sempre pronto ad evolvere è di sicuro il valore aggiunto che probabilmente farà si che il potere di Google perduri nei prossimi anni. Google Retargeting è la nuova mossa di Google per quanto riguarda la pubblicità su internet ed è l’evoluzione di Google AdSense.

Il funzionamento di Google Retargeting è abbastanza semplice e porterà vantaggi ai lettori, a chi pubblicizza un prodotto e perfino ai webmasters sui cui siti la pubblicità è allocata. Quando un utente accede ad un sito dove è ospitata pubblicità tramite Google AdSense egli può cliccarvi per scoprire cosa si cela dietro quell’avviso ma non sempre ciò che trova lo soddisfa, in quel caso Google AdSense non farà altro che cambiare inserzione proponendogli qualcosa di più vantaggioso.

Facciamo un esempio: Paolo navigando trova un articolo che parla di crociere, nella pagina in questione gli avvisi di Google AdSense gli proporranno pacchetti viaggi e prodotti simili. Paolo incuriosito clicca su uno di essi ma i prezzi troppo alti lo fanno desistere ed esce dalla pagina ma ha comunque dimostrato interesse per l’argomento, ed ecco che interviene Google Retargeting che agendo secondo algoritmi prestabiliti sceglie tra le proprie pubblicità una che abbia offerte più economiche e proporrà un altro Adv all’utente che essendo interessato probabilmente cliccherà sul nuovo avviso. In questo modo il cliente può accedere a vari tipi di offerte, il webmaster può contare due click ed esser remunerato di conseguenza e gli inserzionisti possono differenziare l’offerta.

Dopo aver ricevuto migliaia di feedback positivi durante i mesi di beta-testing Google ha deciso di inserire un tab “Audiences” in AdWords dove si potranno sperimentare diverse strategie di retargeting.

Tags :