Il motore di ricerca video Blinkx Plc lancia un sistema pubblicitario basato sulle abitudini degli utenti

Blinkx Plc, celebre motore di ricerca con base operativa a San Francisco, ha lanciato in questi giorni una nuova piattaforma che consente un utilizzo più mirato dei classici “ad” che compaiono durante la riproduzione dei video. Tramite la nuova piattaforma le pubblicità verranno proposte agli utenti secondo le loro “abitudini di navigazione” ovvero sondando e tracciando i percorsi che effettuano.

FIno ad ora gli “spot” che precedevano  la riproduzione di un video tramite Blinkx erano correlati al contenuto del video ovvero se avessimo deciso di guardare il video di una sfilata avremmo potuto aspettarci uno spot di una casa di moda. Blinkx sta dunque seguendo la strada del “targeting” che ha già intrapreso Google tramite il servizio “Google Retargeting” ed infatti Suranga Chandratillake, chief executive di Blinkx, ha dichiarato che “Il targeting è il nuovo modo di proporre la pubblicità in modo mirato e che permette all’utente di poter usufruire di contenuti per lui interessanti ed all’inserzionista di proporre gli spot solo a determinati clienti. In questo modo, anche in periodo di crisi, un azienda come la Toyota che conta di essere il primo cliente del nuovo Blinkx può permettersi spese relativamente elevate per l’advertising“.

Suranga Chandratillake ha poi specificato che gli utenti verranno monitorati solo durante le visite al sito Blinkx e non verranno dunque acquisiti dati ulteriori sui percorsi seguiti dagli utenti fino al sito. Noi tutti ci auguriamo che anche per gli utenti il targeting sia un vantaggio e che gli spot propostici possano essere veramente più interessanti, senza però dover rinunciare alla nostra privacy!

Tags :