Facebook fornirà nuovi strumenti per la privacy entro le prossime due settimane


Facebook sembra essere consapevole di avere superato il limite. O forse lo è sempre stato, ma adesso è costretto ad ammetterlo. Ora il capo delle politiche pubbliche di Facebook ha dichiarato che il sito introdurrà delle scelte "semplicistiche" per la privacy. Potrebbe essere una buona notizia, ma cosa significa esattamente?
La risposta veloce è che non si sa. Tim Sparapani di Facebook si è impegnato ieri durante lo show radiofonico di Kojo Nnamdi, ma non ha fornito alcun dettaglio rilevante.

“Stiamo provvedendo a fornire opzioni per gli utenti che vogliono strumenti semplicistici per la privacy che possano scegliere e penso che li vedremo entro le prossime due settimane“.

Sembra che l’utente sarà in grado di indicare un certo grado di privacy che vorrebbe avere invece di avere a che fare con centinaia di opzioni che rendono incredibilmente difficile sapere chi davvero riesce ad avere accesso alle proprie informazioni e a quali possa accedere.

Potrebbe essere un inizio, non possiamo escluderlo, ma potrebbe anche creare ancora più problemi a coloro che vogliono mantenere private alcune informazioni (foto, impieghi etc) private, ma vogliono condividerne altre (interessi, relazioni).

In più, questo provvedimento non va al cuore del problema che è l’uso che Facebook stessa fa dei dati che immagazzina ogni volta che un utente crea un profilo, lo modifica, aggiunge dati o li condivide con altri.
[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :