Memoria di ferro o meglio… di cemento

Yanko Design è felice di presentare a tutti gli utenti le prime chiavette USB completamente rivestite di cemento. Come gli stessi designer dichiarano: “Non abbiamo mai visto delle chiavette USB immerse nel cemento prima e quindi abbiamo avuto il piacere di realizzarle noi stessi!“.

A me questa non sembra proprio un’ottima motivazione ma comunque sono affascinato dall’inventiva e dal design del prodotto. Queste chiavette non presentano caratteristiche mirabolanti per quanto riguarda velocità o compatibilità ma hanno buone dimensioni in termini di memoria: sono disponibili in 3 versioni ovvero 64, 128 e 256 grammi.

No, non abbiamo deciso di misurare la memoria di un disco in grammi ma quello è il vero peso delle chiavette in questione che, tra l’altro, corrisponde alla quantità di memoria che possono offrire se espressa in gigabyte. Le periferiche non saranno sicuramente comode da traportare o da maneggiare ma sono sicuramente molto solide, molto capienti e quindi adatti a tipi di utilizzo che noi magari nemmeno riusciamo ad immaginare.

Sicuramente un ingegnere edile che si presenta al cantiere con una chiavetta USB del genere susciterebbe la stima di tutti i lavoratori del posto e diventerebbe il loro eroe per un giorno! E chi potrebbe aver pensato a questo design se non un giapponese? Infatti l’idea è del designer Shu-Chun Hsiao. Pare che al momento le chiavette in questione siano solo un prototipo, vi terremo informati.

Tags :