VIDEO – iPad 3G e il mondo delle app (gratis e non)

Trattandosi di un dispositivo Apple non può non valere l’assunto che “tutte le strate portano all’App Store“: se volete arricchire il vostro iPad dovrete necessariamente far visita allo store online, anche perchè uscito dalla scatola di applicazioni se ne trovano ben poche preinstallate. Non c’è iBook (scaricabile gratuitamente), non c’è iWorks (a pagamento), non c’è iDisk (non c’è e basta). Nel video vi presentiamo una panoramica sulle applicazioni già presenti sull’iPad 3G e di quelle di cui non si può proprio fare a meno…Quando lo accendete per la prima volta la schermata di accoglienza quasi disarma: YouTube, Calendario (ridisegnato rispetto all’applicazione per iPhone/iPod), Contatti (idem), Note, Mappe (ma se non avete scelto il modello 3G…niente servizi a-Gps), Video, iTunes, AppStore, Impostazioni, Safari, Mail (davvero pratica e funzionale), Immagini e iPod…Tutti qui i software preinstallati. Non c’è traccia di iBook, che dovete installare voi gratuitamente, non c’è traccia di iWork per iPad (per fare un po’ di lavori d’ufficio) che si acquista a parte alla bellezza di altri 24 euro da sborsare se volete Keynote, Pages e Numbers sul vostro iPad (7,99 euro ciascuna applicazione).
Queste applicazioni iWork sono state ridisegnate per stare sull‘iPad (così come quelle dei Contatti, della Posta elettronica – che ancora non consente l’invio diretto degli allegati, possibile direttamente dalle singole applicazioni, e su iPad infastidisce – e del Calendario e anche l’applicazione con le Maps – lieve restyling) ma l’esperienza sul campo ci dice anche – per esempio – che se in Pages per iPad importate un vostro documento scritto con Pages per il vostro Mac perderete le formule nelle tabelle. Insomma, è subito evidente che iPad non nasce per annoiare con i lavori d’ufficio, ma invece sì per giocare, e per l’intrattenimento in viaggio: il sensore di movimento è quasi perfetto – i giocatori apprezzeranno – e per loro ci sono già una pletora di giochi, anzi, è proprio questo l’ambito che più ha reagito velocemente al successo dell’iPad. Se su iPod i vostri movimenti dovevano essere molto, molto precisi, ora con iPad il sensore di movimento sarà dalla vostra parte, e il divertimento è notevole.

Tags :