Si chiama Gingerbread la nuova release di Android, la numero 3.0


Non abbiamo ancora fatto in tempo a vedere Froyo sui nostri smartphone (a parte i possessori di Nexus One) che già si parla del successore. La notizia arriva grazie alle indiscrezioni sull'HTC Vision che, appunto, pare uscirà con Android 3.0, una tastiera a scorrimento e un processore dual-core. Detto così è pura fantasia, invece potrebbe essere realtà molto presto date le voci che circolano su Gingerbread.
Eldar Murtazin di Mobile-review.com ha una reputazione consolidata per quanto riguarda scoop e anteprime e anche se ha svelato dettagli solo su Gingerbread sul suo podcast russo, Unwired View ha tradotto il contenuto estrapolando le seguenti informazioni.

  • Android 3.0 Gingerbread sarà rilasciato a metà ottobre (intorno al 15/16) e i primi dispositivi ad averlo saranno venduti in tempo per lo shopping natalizio (ovvero novembre/dicembre).
  • I requisiti hardware minimi richiesti per Android 3.0 sono: CPU da 1GHz, 512MB di RAM, display da 3,5 pollici o superiore. Si sa,comunque, che sono in arrivo dispositivi Android con CPU da 2.0GHz.
  • Risoluzione da 1280×760 disponibile per dispositivi con display da 4 pollici o superiori.
  • Interfaccia utente completamente rivista. Se volete avere un’idea di cosa sarà l’interfaccia di Android 3.0 Gingerbread, date un’occhiata alla Gallery App sul Nexus One.
  • La divisione di Android in due rami è ufficiale: 3.0 per dispositivi top di gamma, mentre i telefoni più economici e di gamma bassa manterranno Android 2.1/2.2

L’ultimo punto è davvero interessante, se la predizione di Murtazin di un’uscita a ottobre del nuovo firmware sono vere. Android 2.2 Froyo è appena stato rilasciato da Google, ma la maggior parte dei produttori non lo hanno ancora ri-distribuito tra i loro utenti. Per esempio si dice che HTC non lo farà prima di ottobre.
I telefoni definiti top di gamma e confermati per il passaggio a Froyo, potrebbero non essere più così in alto nella classifica da qui ad ottobre. Con un po’ di fortuna, quindi, vedremo un bel po’ di nuovo hardware nei prossimi mesi, fatto apposta per supportare la nuova release. Stiamo pensando all’HTC Vision.

In più, pare che le interfacce come Sense di HTC, Motoblur di Motorola e TimeScape di Sony Ericsson avranno ben poco peso dopo l’uscita di Gingerbread, dato che l’aggiornamento offrirà molto di più di quanto possano fare le singole interfacce.
Ah, naturalmente anche Gingerbread è il nome di un dolce: il Pan di Zenzero.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :