Google potrebbe intuire cosa state per cercare dai movimenti del cursore del mouse sullo schermo


Come faccia Google a decidere quali siti debbano spuntare per primi in una determinata ricerca (a parte i link sponsorizzati) è quasi un mistero, una formula che cambia regolarmente per evitare che qualcuno si prenda gioco del sistema. Ma prevedere quello che una persona cercherà, è tutt'altra cosa.
Un nuovo brevetto presentato da Google lo scorso martedì permetterebbe al motore di ricerca di analizzare informazioni su dove, in una pagina, l'utente muove il cursore del mouse, probabilmente mostrando i risultati della ricerca a cui l'utente sarebbe interessato senza aspettare che davvero ci clicchi su.
E' un'idea un po' bizzarra, ma potrebbe avere dei problemi tecnici non indifferenti. Se state digitando qualcosa, ad esempio, è probabile che il cursore del mouse sia in un punto dello schermo del tutto casuale. Ma al di là di questo, se c'è qualcuno in grado di ricavare informazioni utili da quello che per il mondo intero sarebbe solo una montagna di dati, quello è Google.
[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :