Rim e Nokia rispondono ad Apple: “Inaccettabile tirarci in causa: la debacle è tutta sua”


Rim e Nokia hanno risposto alle dichiarazioni di Apple fatte durante la conferenza stampa di venerdì scorso secondo le quali tutti gli smartphone hanno gli stessi problemi di attenuazione e perdita del segnale che ha l'iPhone 4.
Ecco cosa hanno detto:
Il CEO di RIM Mike Lazaridis e Jim Balsillie hanno dichiarato:
"Il tentativo di Apple di trascinare RIM nella debacle che Apple ha fatto da sé è inaccettabile. Le dichiarazioni di Apple a proposito dei prodotti RIM sono deliberati tentativi di distorcere la comprensione da parte del pubblico dei problemi di design dell'antenna e di distogliere l'attenzione dal momento di difficoltà che Apple sta passando. RIM è leader mondiale nel design di antenne ed ha progettato con successo prodotti per la trasmissione wireless di dati con efficienti ed efficaci performance radio per oltre 20 anni. In questo periodo, RIM ha evitato design come quello adottato da Apple per l'iPhone 4 ed ha preferito usare design innovativi che riducono il rischio di caduta delle chiamate, specialmente in aree con poca copertura. Una cosa è certa: i clienti di RIM non hanno bisogno di usare case per i loro smartphone BlackBerry per mantenere una connessione adeguata. Apple ha chiaramente preso alcune decisioni in tema di design e dovrebbe prendersi la responsabilità di queste scelte invece che trascinare RIM e altri in una situazione che ha a che fare specificatamente con Apple".

Nokia, dal canto, suo ha dichiarato:
“Il design di un’antenna è un argomento complesso ed è stato il fulcro della competenza di Nokia per decenni, attraverso centinaia di modelli di telefoni. Nokia è stata pioniera delle antenne integrate: il Nokia 8810, lanciato nel 1998, è stato il primo telefono in commercio con questa caratteristica. Nokia ha investito migliaia di ore di lavoro nello studio del comportamento umano, compreso il modo in cui le persone impugnano il telefono durante le conversazioni, l’ascolto della musica, la navigazione via browser etc. Come ci si aspetta da un’azienda che punta sul connettere le persone tra loro, diamo priorità alle performance dell’antenna piuttosto che al design fisico, nei casi in cui dovessero entrare in conflitto.
In generale, le performance dell’antenna di un dispositivo mobile, possono essere intaccate da una presa molto stretta, a seconda di come il dispositivo viene tenuto. Ecco perché Nokia progetta i suoi telefoni per assicurare una performance accettabile in tutti i casi di vita reale. Nokia ha investito migliaia di ore di lavoro umano per studiare come le persone tengano il telefono e permettere che potessero continuare a farlo anche con i nuovi design, per esempio avendo antenne sia in cima che in fondo al telefono e tramite un’accurata scelta dei materiali e del loro uso nella progettazione meccanica”.

Nokia non ha menzionato Apple esplicitamente, ma ha tenuto a precisare che Nokia è un’azienda che dà “priorità alle performance dell’antenna piuttosto che al design”. Possiamo dedurne che, secondo Nokia, Apple faccia l’inverso.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :