Microsoft usa le tecnologie della polizia scientifica per rintracciare gli autori di software pirata


Microsoft ha deciso di combattere la contraffazione dei software così seriamente da prendere in prestito la tecnologia usata dalla criminologia forense. Pare che il produttore di software usi microscopi appositamente creati per far corrispondere i dischi contraffatti con i loro creatori, proprio come gli agenti della scientifica fanno con le striature delle pallottole (e non diteci che non avete mai visto N.C.I.S o C.S.I!).
Business Week riporta:
"Nel laboratorio della scientifica di Dublino, Donald Keating di Microsoft usa microscopi appositamente creati per ottenere 72 immagini ad altissima risoluzione di un disco contenente un software contraffatto. Proprio come la polizia usa la balistica per far corrispondere le pallottole alla pistola di un sospettato, Keating, responsabile delle questioni legali di Microsoft, utilizza le abrasioni e le scanalature sulla cresta sollevata che si trova attorno al centro del disco, per trovare corrispondenze con altri falsi. A quel punto tenta di tracciare il percorso disco contraffatto fino alla fabbrica e al gruppo che lo ha prodotto".

Oltre ad usare questi microscopi ultra specializzati, Microsoft utilizza anche una tecnica “che riguarda l’identificazione digitale di tracce lasciate dal laser che ha inciso il disco”.

Di certo queste tecniche vengono utilizzati dai laboratori scientifici e non possiamo non immaginare un laboratorio in penombra con la versione Microsoft di Abby Sciuto che dice alla versione Microsoft di Gibbs dove è stata prodotta una copia pirata di Office.
[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :