Milo, il bimbo umano-virtuale di Microsoft

Secondo le stesse parole di Microsoft, Milo è “the world’s first real virtual character who is convincing enough to be considered human” ovvero “il primo reale bambino virtuale del mondo che è abbastanza convincente da essere considerato un umano“. Questa altisonante frase trova parzialmente riscontro nella realtà dei fatti. Milo è in effetti una virtualizzazione di un immaginario bambino che riesce ad interagire col mondo esterno, pur essendo immerso in un mondo virtuale.

In pratica Milo “vive” all’interno della nostra televisione e riesce ad interagire con noi, che siamo ovviamente all’esterno, tramite gesti, espressioni e parole. Riesce perfino a muoversi in conseguenza alle nostre azioni.

Gli uomini di Redmond hanno dichiarato che i movimenti dell’utente (ed anche le espressioni) vengono rilevati da un trasmettitore a raggi infrarossi, il Kinect, che, collegato alla X-Box 360, riesce inoltre a fungere da intelligenza artificiale per Milo calcolando le intenzioni dell’utente reale e rispondendo di conseguenza.

Gustatevi il video:

Tags :