Palm prepara WebOS 2.0: questo sì che è multitasking


La conferma arriva direttamente da Palm: la versione 2.0 di WebOS sta per uscire e pare proprio che sarà migliore della precedente sotto ogni punto di vista. Per il momento Palm si è limitata a parlare delle nuove funzioni destinate agli sviluppatori (che pare possano già scaricare il PDK), ma bastano a dare il senso di come saranno le prossime funzioni per gli utenti.
Ecco, in breve, cosa c'è di nuovo.

  • Stacks
    Potrebbe rivelarsi la migliore interfaccia utente multitasking. Stacks ordina le applicazioni in gruppi in modo che sia più facile gestirle anche quando sono molte. Per esempio, se cliccate su un link contenuto in una mail, si aprirà il browser in una finestra simile ad una carta da gioco nello stesso mazzo in cui è contenuta la mail. E potete risistemare le carte nei mazzi ogni volta che volete. Se implementato come si deve, questo sistema potrebbe davvero rivelarsi il miglior multitasking per smartphone.
  • Just Type
    Palm ha cambiato il nome alla ricerca generale e adesso si chiama “Just Type”. Ma la vera novità è che gli sviluppatori possono collegarvisi in modo che l’utente possa cercare anche nelle applicazioni, localmente oppure online. Le Quick Actions, poi, permettono di fare alcune cose senza neanche lanciare le applicazioni, come aggiornare lo status su Twitter o Facebook, cercare tra i siti preferiti o iniziare a scrivere una mail o un testo. Le Quick Actions sono anche personalizzabili.
  • Gli sviluppatori possono entrare in Synergy
    Gli sviluppatori possono collegarsi a Synergy, il servizio cloud di Palm che conserva tutti i vostri contatti e calendari e fa tutto il lavoro di integrazione con i social network. Il che significa che potranno creare applicazioni in grado di connettersi e sincronizzarsi con le vostre liste di contatti o con i network di IM che usate.
  • HTML5, servizi Javascript Services e plug-in PDK
    Queste sono davvero cose da sviluppatori, ma per dirla in maniera semplice tutte implicano applicazioni più potenti.
    La nuova architettura PDK permette agli sviluppatori di usare il PDK di Palm come un vero e proprio plug-in, in modo che le applicazioni possano mischiare tecnologie web con C/C++, il che significa che le app potranno essere scritte prendendo le cose più leggere del web senza rinunciare alla possibilità di far girare grafica pesante.

Il supporto per HTML5 è una grossa occasione per WebOS, dato che la maggior parte delle applicazioni sono scritte con tecnologie web. Palm mette sul piatto un miglior supporto Canvas, il supporto per il web storage, per la geolocalizzazione e la cache delle applicazioni, in modo che si possa accedere a dati anche offline, dato che saranno reperibili nella cache.

In fine, Node.js è integrato in WebOS 2.0 in modo che gli sviluppatori possano pensare a servizi in JavaScript, cosa che rende l’aspetto delle tecnologie web su WebOS più forte.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :