Nanodots, la nuova evoluzione dei mattoncini Lego

Tutti noi, e questa volta sicuramente tutti, abbiamo passato un’infanzia felice cercando di combinare i nostri fedeli mattoncini Lego dando loro le più svariate finalità. Costruivamo case, scenari bellici, automobili e tutto ciò che la nostra fantasia ci suggeriva. Per i geek del nuovo millennio arrivano i Nanodots che non sono altro che piccole sfere dotate di attrazione magnetica le quali possono esser combinate tra loro.

Tempo fa nel nostro paese era approdato Supermag che, anche in questo caso sfruttando l’attrazione magnetica, permetteva di combinare delle sfere con dei cilindri per creare varie forme. I Nanodots però sembrano permetterci molta più interattività e pare che l’attrazione magnetica sia più forte ed infatti, come dimostrato nel video, si possono creare forme arrotondate come anche perfetti cubi o forme geometriche.

Personalmente credo che se ne avessi avuti li avrei dispersi per casa in posti irraggiungibili ma sembra un gioco interessante. Potrebbe essere usato perfino alle elementari o alle medie per introdurre in qualche modo le varie disposizioni molecolari all’interno di diversi materiali. Intanto potete gustarvi il video in fondo all’articolo (con colonna sonora decisamente inappropriata). Un set da 216 Nanodot costa da 30$ a 40$ a seconda del colore che scegliete, infatti le sfere sono disponibili in diversi colori.

Tags :