Mac OS X Lion: il meglio di iOS torna al Mac, dall’App Store alle gesture multitouch


Ed eccolo, finalmente, Mac OS X Lion, il nuovo sistema operativo che ha dato il nome all'evento. Perché? Perché Apple ha voluto prendere il meglio di iOS, quello che ne ha fatto un prodotto di successo, e portarlo "back to Mac", di nuovo al Mac.

Quali sono le cose che hanno più appeal in iOS? Le gesture mukti-touch, per esempio, che in questo caso saranno orizzontali, non verticali come sui dispositivi mobili. Del resto, hanno i trackpad multitouch sui notebook, un mouse multitouch e anche un trackpad da desktop che supporta il multitouch, no?

Altro elemento di successo di iOS è l’App Store con i suoi 7 miliardi di download. Sì avete capito bene, ci sarà un Mac App Store e funzionerà come quello per dispositivi mobili che conoscete già benissimo. Un tocco e l’applicazione si trasferisce sul vostro Mac, si istalla da sola e si aggiorna automaticamente con una licenza che permette di usarla su tutti i vostri Mac. Naturalmente, le applicazioni potranno essere usate in full screen e ci saranno delle schermate Home per le app.

C’è anche il salvataggio automatico, in modo che non dobbiate più preoccuparvi di salvare i vostri dati, e l’auto-resume in caso di interruzione.
In più, “Launchpad” permette di usare un app launcher in stile iOS, con le cartelle.
“Mission Control” è la nuova versione di Exposé, che apre le app e le app in full screen usando solo gesture multitouch.
Il Mac App Store sarà aperto da novembre per gli sviluppatori ed entro 90 giorni per gli utenti. (c.c.)

[Fonte: Gizmdo USA]

Tags :