L’iPhone bianco non arriva? E lui ordina i pezzi direttamente da Foxconn


Un adolescente newyorchese con la passione per l'elettronica e molto spirito di iniziativa, stanco di aspettare che esca l'iPhone 4 bianco, ha ordinato i pezzi necessari direttamente a Foxconn. Adesso ha 130.000 dollari e qualche problema legale.
Il diciassettenne Fei Lam, che frequenta le superiori, ha dichiarato al quotidiano The Observer: "Sapevo che un tizio, qualche anno fa, aveva avuto dei rapporti con qualcuno dentro Foxconn". Questo "tizio" è stato in grado di esportare gli stessi identici pezzi che servono a realizzare un iPhone certificato da Apple fino a casa di Fei che si è preoccupato di metterli insieme e di vendere i risultati online come kit per convertire l'iPhone nero in uno bianco.

Furbo e con uno spiccato senso degli affari, sicuramente. Da agosto ad oggi, il giovane ha guadagnato 130.000 dollari, somma che spera lo aiuti a pagarsi gli studi per laurearsi in informatica o economia all’Università di New York.

O almeno questo era il piano, finché non ha ricevuto una minacciosa lettera da un investigatore privato che lo accusava di “vendere beni rubati”. Fei non è sicuro di sapere per conto di chi sia stata inviata quella lettera (anche se non dovrebbe essere complicato scoprirlo!), ma teme di dover far fronte ad un arresto come succede a chi viene condannato per aver venduto oggetti rubati.

Ma invece di eliminare il suo sito, Fei ha ingaggiato un avvocato per difendere le sue ragioni e dimostrare che non è un ladro. Non sappiamo se andrà o no all’Università di New York come spera, ma di certo dimostra già di avere le idee abbastanza chiare su come si fanno gli affari. (c.c.)

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :