Nook Color, un po’ tablet e un po’ ereader ad un prezzo da brivido


E' l'era dei tablets e degli ebook-reader, ormai lo sappiamo tutti. Ma la domanda è: il Nook Color di Barnes&Noble è un tablet o un ereader? La risposta è: un po' e un po' e costa solo 250$ (meno di 205 euro).
Potete pensare al Nook Color come ad un tablet ridotto focalizzato sulla lettura oppure come ad un ebook reader più evoluto degli altri. Di fatto è il primo dispositivo da 7 pollici progettato per essere quello che è e non un telefono ingrandito.
E' un dispositivo piccolo e discretamente performante, forse il primo di una serie di piccoli tablet economici con funzionalità ampie, da un certo punto di vista, ma limitate da un altro. Oltre che libri, ci si possono leggere riviste colorate e quotidiani prodotti dalle maggiori case editrici (statunitensi, s'intende, almeno per ora), può navigare nel web, riprodurre musica e video e anche far girare applicazioni Android (che è il suo OS) come Pandora (quando si troveranno sullo store B&N che aprirà i battenti il prossimo anno).

Pesa 450 grammi ed è sottile 1,2cm. Il retro è di gomma e fa attrito a sufficienza perché non vi scivoli di mano, ma non vi farà sudare le mani come di solito accade con questo genere di materiali. Il fatto che non abbia l’eink, comunque, vi costringe a fare i conti con un po’ di bagliore quando leggete. Un po’, perché B&N, comunque, ha inserito un Full Lamination Screen Film che ha il compito di diminuire i riflessi. Ciò nonostante è comunque un ottimo dispositivo per leggere testi accompagnati da immagini colorate. Ottimo, come può esserlo uno schermo di vetro retroilluminato (più pixel e meno bagliore sarebbe stato meglio, ma è già migliore del Kindle 3 in termini di pixel: 169ppi contro 167).

Le pagine delle riviste vengono mostrate per intero e potete usare il pinch-to zoom per leggere meglio i testi, ma potete anche scegliere di usare Article View che tira fuori il testo e lo formatta nuovamente in una colonna più stretta. In questo modo è certo più leggibile, ma tradisce l’impostazione originaria della rivista. I quotidiani vengono riformattati e mostrati come gli ebook: pagina per pagina.
Il browser funziona, ma molto spesso comunica con i siti come se fosse un browser desktop e non uno mobile cosa che incide sulla formattazione della pagina web, come accade con Gmail. Le versioni mobili di YouTube e Vimeo funzionano, ma a bassa risoluzione. Certo è da sottolineare il fatto che ci siano e funzionino.

Mancano alcune funzioni che lo avrebbero reso migliore, come un buon lettore di feed RSS, la possibilità di salvare articoli da leggere offline o di estrarre articoli condivisi da utenti di Facebook o Twitter.

A suo favore va detto che ha esattamente l’aspetto che un tablet da 7 pollici dovrebbe avere: decisamente sottile, incredibilmente robusto, molto semplice da usare. Leggere testi è un’esperienza confortevole perché lo schermo ha le dimensioni ideali per gli ebook. Il supporto al formato ePub (oltre che PDF, Excel e PowerPoint che potete editare con QuickOffice) è certamente un vantaggio e rende facile scaricare e leggere i libri acquistati anche altrove. In più non dimenticate che ha 8GB di memoria integrata e il supporto per schede microSD, che non è poco. Infine, come non apprezzare il costo? E’ decisamente concorrenziale.

Di contro, l’interazione non è fluidissima: le animazioni, la risposta del touch e le transizioni appaiono un po’ lente, anche quando non c’è un reale ritardo. Succede sfogliando i libri e le riviste e quando si usa il pinch to zoom. E’ come se l’animazione avvenisse senza i frame sufficienti, o peggio, come se non ci fosse animazione e le pagine si caricassero come accade con lettore con tecnologia e-ink.
Il pinch to zoom non funziona sul browser e anche la questione del desktop/mobile di cui abbiamo accennato prima, non gioca a suo favore, mentre l’esperienza video a bassa risoluzione è un po’ limitante.

Per concludere, schiacciato tra due mondi, il Nook Color è decisamente interessante. Non è un tablet, ma è molto più di un semplice ereader. Può fare cose che che un lettore e-ink non può fare, anche se non sempre le fa in maniera eccellente. Ma stiamo parlando di un dispositivo che costa 250$, perfino meno del Kindle DX. E per questa cifra avrete un dispositivo portatile pensato principalmente per la lettura su cui è difficile non fare un pensierino se leggere è quello che vi serve fare principalmente. (c.c.)

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :