Ecco Chrome OS, tutto cloud, e il primo prototipo, il CR-48


Chrome OS è finalmente arrivato ed è un po' come ce lo aspettavamo: è completamente basato sul cloud e funziona dentro il browser Chrome, completo di avvio instant-one, negli Usa, supporto gratuito per il traffico dati di Verizon.
Chrome OS funziona completamente dentro il browser, fornendo l'accesso a "cartelle" da dentro il browser, tenendo nella cache applicazioni e documenti che potete utilizzare offline. Chrome supporta utenti multipli oltre alla modalità ospite che lancia una finestra in incognito per gli utenti. Verizon offre 100 megabyte di traffico dati gratuito al mese per i prossimi due anni, oltre ad una serie di piani senza contratto.
Google Print è completamente supportato, il che significa che vi permette di stampare su qualsiasi stampante connessa al web anche se non avete i driver

In più, il Chrome Web Store, che sostanzialmente alimenterà l’OS fornendo una finestra ad una moltitudine di applicazioni conservate nella nuvola.
Amazon, NPR, EA e il NY Times sono tutti presenti tramite applicazioni web ottimizzate per Chrome. Google ha dichiarato che il Chrome Web Store è un app store “fatto per la scoperta”. Somiglia molto, a guardarlo, all’iTunes Store. Ma tutto gira rigorosamente tramite il browser.

Lo stesso browser ha subito qualche piccola modifica, compresi miglioramenti nella velocità, nell’Interfaccia Utente e nella sicurezza.
Anche il lettore PDF di Chrome è stato migliorato ed è in grado di caricare un documento di 2000 pagine in poche secondi
In più, Chrome sta diventando più GPU-friendly. Grazie al supporto di WebGL, Chrome è in grado di mostrare scene in 3D in tempo reale senza uno specifico plugin. In una dimostrazione Chrome ha visualizzato 1000 pesci in 3D nel browser e modelli del corpo umano in 3D, interattivi a 360 gradi. Il tutto con una certa fluidità.

Ci sono modi diversi di interagire con le applicazioni, compresa la possibilità di aggiungere al volo tracce audio al browser. Le applicazioni si possono “installare” accedendovi da una cartella apribile da una tab di Chrome. Cliccandoci su, l’applicazione si apre a schermo intero e si connette al server su cui è immagazzinata.


I primi notebook Chrome OS arriveranno a metà del prossimo anno da Acer e Samsung. Il primo prototipo, il CR-48 avrà uno schermo da 12 pollici,un trackpad “gigante”, Modem UMTS Qualcomm (compatibile anche in Europa), WiFi-N, più di 8 ore di autonomia, più di 8 giorni di standby, webcam e memoria SSD. Sarà prodotto in pochissimi esemplari, ma Google ha dichiarato di volerli cedere a chi intende testare il prodotto. Inutile dire che ci saranno milioni di richieste, ma tentar non nuoce, come si dice. Cliccate qui e volete provare. (c.c.)
[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :