Project Hijack permette di produrre accessori per iPhone a basso costo


Come Ars Technica fa notare, creare accessori per iPhone che usino il connettore a 30 pin è costoso, perché le aziende devono pagare una fortuna ad Apple in costi di licenza, dato che è una tecnologia di proprietà di Cupertino. Lo stesso, però, non accade con il jack per gli auricolari. E qui entra in gioco il progetto Hijack.
Un gruppo di studenti di ingegneria dell'Università del Michigan ha sviluppato un protocollo open che permette di usare la porta del jack per gli accessori. Stando a quanto dice Ars Technica la tecnologia può convertire il segnale audio da 22KHz in 7.4mW di energia con il 47% di efficienza che a sua volta alimenta un microcontroller TI MSP430. Cosa ci fate dopo, è affar vostro.


L’idea è soprattutto pensata per coloro che vogliono costruire accessori economici, a basso consumo energetico. Dato che il microcontroller può essere costruito con soli 2.34 dollari di spesa, e aggira l’ostacolo del costo della licenza, si possono risparmiare moltissimi soldi nella realizzazione di nuovi accessori. Per ora, hanno usato il Project Hijack per creare monitor EKG, potenziometri, sensori di movimento e sensori di umidità.

Tutti gli schemi e le informazioni necessarie sono disponibili su Google Code perché possiate costruirvene uno da soli. In più, pensano di produrne una ventina da regalare a chi propone buone idee. (c.c.)
[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :