Lo strano caso del Galaxy S degli utenti americani e del mancato aggiornamento a Froyo


Se avete un Galaxy S è probabile che abbiate potuto aggiornarlo a Froyo solo da poco. Beh, sappiate che ci sono utenti Galaxy S che probabilmente non avranno mai Anroid 2.2. Il perché di questo rischio? Soldi.
Ecco cosa fa sapere una fonte ufficiale di Samsung:
"Samsung non fa pagare ai carrier gli aggiornamenti alle nuove versioni di Android.
Stiamo lavorando sull'aggiornamento Android 2.2/Froyo perché sia disponibile per gli utenti statunitensi prima possibile. A causa della complessità e le funzionalità uniche id ogni dispositivo Galaxy S, stiamo facendo dei test aggiuntivi. Samsung pensa che sia importante rendere disponibile l'aggiornamento Android 2,2 Froyo solo dopo essersi assicurata di poter fornire a tutti i suoi utenti Galaxy S un'esperienza di aggiornamento semplice ed affidabile".

Come sottolinea l’utente The Samsung Secret sul forum di XDA Developers, ci sono diversi tipi di aggiornamento: critici, di mantenimento e aggiornamenti delle funzioni. I produttori di telefoni sviluppano e rilasciano gli aggiornamenti in base al contratto che hanno con i carrier. Aggiornamenti critici, che risolvono bug gravi, vengono forniti ai carrier dagli sviluppatori gratuitamente, gli aggiornamenti di mantenimento, quelli di routine, “hanno dei costi” e infine gli aggiornamenti di funzioni, che aggiungono appunto nuove funzionalità, “sono solitamente costosi”.

Stando a questa teoria, Samsung considera le nuove release di Android come aggiornamenti di funzione il che significa che chiede dei soldi ai carrier per inviare gli aggiornamenti in questione. Insomma, stando a questa persona, i carrier non vogliono pagare gli aggiornamenti. I carrier statunitensi, pare che puntino a far abbassare il valore dei dispositivi Samsung (per via della mancanza di aggiornamenti) costringendo così il produttore a rilasciarli gratuitamente.

La vicenda riguarda, a quanto pare, specificatamente i proprietari statunitensi di Samsung Galaxy mentre gli europei hanno da poco ricevuto l’aggiornamento, seppure dopo innumerevoli ritardi. I carrier europei sono più propensi a pagare o Samsung adotta politiche diverse in diversi paesi? (c.c.)

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :