Se l’iPhone serve anche per confessare i propri peccati


I vescovi cattolici d'oltreoceano hanno approvato, quindi anche i fedeli più ferventi possono fidarsi. Da oggi ci si può confessare via iPhone.
O meglio, ci si può preparare alla confessione (che per essere completa deve sempre passare da un prete in carne ed ossa) con un'app pensata per guidarvi a fare un esame di coscienza personalizzato, in base all'età e ad altri parametri, alla preghiera etc etc.
L'applicazione si chiama "Confession", anche se il nome originale era più carino: "A priest in your pocket" (Un prete in tasca), costa 1.99 dollari, è compatibile con iPhone, iPod e iPad ed è stata sviluppata con la consulenza del direttore esecutivo del Segretariato per la dottrina e la pratica pastorale della Conferenza Episcopale statunitense. (c.c.)
[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :