Cosa si nasconde dietro i “Termini e condizioni d’uso” di iTunes?


Ammettiamolo: nessuno legge i noiosi, lunghi e fastidiosi "termini e condizioni d'uso" ad ogni aggiornamento di iTunes. I più volenterosi, quelli che "Non si legge niente senza firmare", forse lo hanno fatto la prima volta, alla prima installazione. Ma ci sono cose che cambiano insieme al software.Tutti clicchiamo su "accetto" e acconsentiamo a cose che non sappiamo neanche cosa siano.
Ma cosa c'è scritto davvero in quelle righe?
La rete televisiva CNN ha contattato due avvocati che si occupano di media digitali e ha chiesto loro di dare un'occhiata alla licenza d'uso di iTunes. Ed ecco cosa hanno trovato:
"In generale, i due avvocati hanno dichiarato che nessuno dei termini li ha davvero sorpresi, e che i clienti non hanno molto di cui preoccuparsi. Ma Grossman e Handel (i due avvocati, appunto) hanno anche aggiunto che ci sono tre clausole di cui gli utenti dovrebbero avere consapevolezza".

I tre passaggi riguardano Genius, perché Apple può accedere alla cronologia dei vostri brani, la Perdita di acquisti, perché se perdete un brano, un video o qualsiasi altra cosa dopo averla acquistata si iTunes, Apple non ve la restituirà e dovrete ricomprarla, e la Licenza, che implica che quando comprate un brano, in realtà comprare la possibilità di riprodurlo e non siete davvero proprietari del brano in questione.
Niente per cui perdere il sonno, probabilmente, ma cose che è bene sapere.
E siamo sicuri che questa scoperta non farà sì che la prossima volta leggiate le 56 pagine di termini e condizioni di iTunes. Del resto, anche i due avvocati interpellati hanno ammesso di non leggerli. (c.c.)
[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :