Google+, ecco le funzioni principali

google_plus


Google ha annunciato un nuovo progetto di social sharing che si chiama Google+. E' tra i progetti più ambiziosi dell'azienda, al pari di Gmail, Android, Chrome e Search. In un certo senso, rappresenta il futuro di Google.
Google non ha una buona esperienza di social networking alle spalle: Buzz e Wave sono stati dei fallimenti il che significa che questa volta deve funzionare. Ma Google+ vuole andare ben oltre la condivisione di messaggi di status e foto con gli amici. Punta a cambiare il modo in cui condividiamo e comunichiamo. Nel blog ufficiale di Google un lungo post a proposito di Google+ dice che vogliono "portare nel software il colore e la ricchezza della condivisione nella vita reale".

Ecco le funzioni principali presentate ieri da Big G.

Circles
Permette di condividere selettivamente con alcuni gruppi di persone. Create un nuovo circolo, aggiungete i contatti e potete condividere quello che volete solo con quel gruppo di persone. E’ il modo di Google, stando a loro, di dare più valore alla parola “amici”. In qualche modo somiglia alle liste di Facebook, ma la differenza è che non è un giardino recintato. Se voglio aggiungere qualcuno che non è un utente di Google+ al “cerchio” posso farlo via email e questa persona potrà comunque vedere ciò che voglio condividere.

Sparks
E’ una sezione molto importante che rilascia news video e post di blog su argomenti definiti da voi. In più, permette di discutere di questi argomenti con altre persone. E’ una funzione unica che Google ha scelto.Pensate ai feed di Facebook:contengono cose inserite da altre persone. Sparks, invece, usa un algoritmo per trovare informazioni rilevanti su quell’argomento da un numero di fonti quasi infinito.

Hangouts
E’ uno spazio di incontro online con video live che può includere fino a 10 persone. Ma è progettato per permettere alle persone di uscire e rientrare, passare per caso, o organizzare meeting programmati.

Mobile
E’ l’ultima tra le principali componenti annunciate ieri. L’utente può sempre aggiungere la sua posizione o scegliere di non farlo. Con Instant Upload potete caricare istantaneamente le vostre foto e pubblicarle in album privati, mentre con Huddle potete comunicare istantaneamente con un gruppo selezionato di persone, ovvero con un “cerchio”, direttamente dal vostro dispositivo mobile.

Questi sono solo gli step iniziali, che sono parte di un progetto più grande guidato da Vic Gundotra. (c.c.)
[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :