Tutto quello che c’è da sapere sul Kindle Fire (e una gallery)

kindle-fire


E' incredibile. Il nuovo Kindle Fire di Amazon costerà solo 199 dollari, poco più di 160 euro! Questo si che è, finalmente, un prezzo concorrenziale. E anche se non ha le caratteristiche dell'iPad, preannuncia una concorrenza feroce.
Come le indiscrezioni avevano anticipato, il tablet a colori di Amazon è un 7 pollici con display a 16 milioni di colori. Come l'iPad, ha un pannello ISP il che significa che ha un ampio angolo di visuale e un'elevata saturazione dei colori. La risoluzione è decisamente alta: 169 pixel per pollice. Non è paragonabile ai 326 del piccolo schermo dell'iPhone 4, ma è meglio dei 132 dell'iPad. In più, lo schermo è protetto dal Gorilla Glass. Il retro è gommato, pesa solo 413 grammi ed ha una sola porta per ricaricarsi.
All'interno dell'Amazon Kindle Fire troviamo un processore dual-core e, naturalmente, è wi-fi. Tutta la sincronizzazione è invisibile, wireless e in background. L'utente non deve fare nessun aggiornamento. La visione dei contenuti è senza interruzioni, il che vuol dire che se state guardando un film sul treno attraverso il cloud di Amazon e poi volete finire di vederlo sul computer quando arrivate a casa, riprenderà da dove avete interrotto. Non ha fotocamera né microfono, né la connettività 3G, ma molta gente considera le videoconferenze una funzionalità minore su un tablet. Esiste un'unica versione del Fire e cioè quella con 8GB di storage interno, ma considerateli più come memoria cache che altro. E' un vero e proprio dispositivo cloud i cui contenuti vivono sul web e Amazon ha già il suo servizio cloud che probabilmente è il migliore del momento.

Avendo imparato da Apple, Amazon ha curato molto l’aspetto dell’esperienza dell’utente. Quando aprite per la prima volta il vostro Kindle Fire, vi saluta con il vostro nome. E’ personalizzato per voi prima ancora che vi arrivi a casa ed è pronto per essere usato senza dover impostare niente.
L’interfaccia è semplicissima: solo una schermata su cui far scorrere i vostri contenuti, che siano libri, film, musica, app o altro e un semplice vassoio delle icone per le vostre cose preferite.

Le performance sono affascinanti: i nostri amici di Gizmodo Usa che erano presenti all’evento di presentazione dicono che è velocissimo sotto ogni punto di vista. Anche il browser web che si chiama Amazon Silk e che usa il motore EC2 di Amazon per pre-processare e ottimizzare le pagine web nel cloud.
Il motore EC2 elimina ogni informazione superflua, ottimizza i contenuti multimediali per il display del Kindle Fire e manda la pagina al tablet. Questo mantiene leggera la memoria durante l’uso.

Ha anche la “visualizzazione predittiva” che intercetta i percorsi del browser e pre-visualizza le pagine più viste. E’ intelligente, trasparente per chi lo usa e, vista la dimostrazione fatta da Jeff Bezos sul palco, estremamente veloce.
Ma tutto questo passa in secondo piano quando si pensa al prezzo. Anche gli analisti più ottimisti parlavano di 250 dollari. Aver tenuto il prezzo sotto la soglia psicologica dei 200 dollari darà i suoi frutti in termini di riscontro tra gli utenti. Al contrario di altri produttori di tablet, Amazon userà il suo potente store per vendere il tablet, come è già successo con l’e-book reader. E soprattutto, sarà fortemente integrato con il cloud di Amazon e tutti i suoi contenuti. Amazon sarà in grado di offrire tanta musica, libri e film quanti ne può offrire Apple.

Il Fire, infatti, è profondamente radicato in tutti questi servizi. Stando a chi ha assistito alla presentazione, “è un’esperienza costruita con attenzione, un mondo di contenuti, vendita, e cloud computing meticolosamente costruito”. Questo fa apparire quella di Amazon come una mossa vincente. Chi l’ha già avuto per le mani conferma che è davvero veloce: passare da un’app all’altra, per esempio da leggere un libro a guardare un film è quasi istantaneo al punto da essere impressionante. Vale anche la pena di notare quanto appaia poco Android questo dispositivo Android e quanto lo faccia bene.

Amazon non è proprio un’azienda specializzata in design e la sua home page sembra un po’ come se fosse stata disegnata negli anni ’90. Ma la schermata home del Fire e i sotto menu sono dettagliati senza essere pesanti. Per i suoi scopi, Amazon ha preparato qualcosa di migliore rispetto ad Honeycomb. Ancora a detta di chi lo ha provato, anche lo schermo merita attenzione. Certo è lontano dal Retina display, ma supera quello dell’iPad per densità di pixel. I colori sono ottimi e il testo risulta ben leggibile. Funziona solo con due dita per volta, il che può essere un lato negativo dal punto di vista delle app, ciò non toglie che il modo di fruire dei contenuti, la velocità e il prezzo lo rendano comunque un concorrente dell’iPad. In più, Amazon ha fatto sapere che avrà un client di posta nativo e presto supporterà i documenti Office. Per quello che ne sappiamo fino a questo punto, può essere un tablet domestico perfetto per gli utenti ad un costo davvero basso.

Il Kindle Fire, di fatto, divide il mercato a metà: la gamma bassa ad Amazon e la gamma alta a Apple. Il resto degli attori sulla scena, almeno fino all’arrivo dei tablet Windows 8, sono sostanzialmente schiacciati in questa morsa.
Il Fire è disponibile per il preordine da adesso a 199 dollari, mentre i primi esemplari verranno spediti a partire dal 15 novembre: perfetto per lo shopping natalizio. (c.c.)

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :